Sfida alle Crypto: la lanciano BlackRock, JPM e Barclays


Il progetto di JP Morgan va a buon fine. Sfida alle crypto?

Esperimenti di tokenizzazione – uno dei trend ritenuti più importanti per il prossimo ciclo – da tre giganti del settore finanziario internazionale. A condurre le danze è stata JP Morgan, insieme a Barclays e a quella che è una nuova ma vecchia conoscenza del mondo crypto e Bitcoin: BlackRock. Le tre società finanziarie avrebbero condotto un esperimento andato a buon fine che ha previsto la tokenizzazione di quote di money market fund gestiti appunto da BlackRock.

È stato un passaggio di collaterali con Barclays al centro per il mercato dei titoli OTC, segnale anche questo del fatto che il mondo della tokenizzazione riguarderà non solo le grandi borse ad accesso pubblico, ma anche il – se vogliamo più misterioso – mercato OTC con derivati custom.

Investi su

Bitcoin

con Coinbase

✅Sicuro e affidabile

coinbase

✅Bassi costi di negoziazione

✅Facile da utilizzare

Ne parliamo sul nostro canale Telegram ormai da qualche settimana: sarà proprio questo uno dei settori ai quali guardare con maggiore attenzione, in particolare per chi vuole studiare l’intersezione tra le nuove infrastrutture offerte dalla blockchain e vecchio mondo finanziario.

I grandi gruppi accelerano sulla tokenizzazione

Nell’ultimo numero del nostro Magazine vi avevamo avvisato. La tokenizzazione degli asset finanziari sarà il grande tema del prossimo ciclo, al quale prenderanno parte sia delle chain già esistenti, sia invece delle chain private sviluppate dai grandi gruppi bancari e finanziari. Questo sembrerebbe essere il caso per quanto riguarda l’ultimo esperimento condotto da BlackRock, JP Morgan e Barclays per il passaggio di quote tokenizzate usate poi come collaterale per contratti OTC. Un passaggio finanziariamente complicato che, almeno in linea di massima, potrebbe giovarsi in modo concreto con la tokenizzazione degli asset stessi, vuoi per i costi minori, vuoi per le tempistiche più certe e più brevi.

L’esperimento, secondo quanto riportato dal comunicato stampa di JP Morgan, è andato a buon fine e ha visto la tokenizzazione operare nel giro di pochi minuti, confermando la capacità di connessione tra enti finanziari diversi in modo sicuro, rapido, indolore e soprattutto poco costoso. Il trasferimento, racconta ancora una volta JPM, è stato pressoché istantaneo e può essere considerato un successo per quella che è stata la prima apparizione su questo tipo di mercato – e in questo tipo di esperimenti, per giganti del calibro di Barclays e BlackRock.

La stessa BlackRock continuerà a esplorare sia le possibili applicazioni della tokenizzazione, sia la possibilità di offrire veicoli di investimento sul comparto, a partire dall’ETF su Bitcoin che è uno degli eventi più attesi di sempre nel settore, almeno tra gli investitori.

Tutto su chain privata

A guidare le danze sul piano tecnologico c’è Onyx Digital Asset, ecosistema privato di JPM che non si appoggia a blockchain pubbliche. Un ecosistema al quale si continuano a aggiungere – come in questo caso – funzionalità e che sarà un player importante del prossimo trend.

Certamente però non l’unico: ci sarà spazio importante per valutare l’impegno anche di blockchain pubbliche come Ethereum (preferito da diversi istituti) e anche per layer 2 come Polygon. Sarà guerra – metaforica – aperta, con gli utenti che potranno essere i beneficiari finali dei risultati di una competizione che si preannuncia come estremamente serrata.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Telegram
Reddit
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: